NEWS LEGISLATIVE

A cura di:

  • 06/07/2021

    Con il Regolamento di esecuzione (UE) n. 2021/1070, del 29 giugno 2021, la misura di salvaguardia di carattere temporaneo che subordina l'esportazione dei vaccini anti COVID al rilascio di un'apposita autorizzazione preventiva è stata ulteriormente prorogata fino al 30 settembre 2021.

    Al riguardo, è utile precisare che tale meccanismo di autorizzazione preventiva all'esportazione era stato introdotto inizialmente con il Regolamento di esecuzione (UE) n. 2021/111, rimasto in vigore dal 30 gennaio 2021 per un periodo di sei settimane; successivamente, la Commissione ne aveva prolungato il periodo di validità fino al 30 giugno del corrente anno, con il Regolamento di esecuzione (UE) n. 2021/442 dell'11 marzo 2021.

     

    La proroga della misura di salvaguardia in esame è volta a favorire l'accesso tempestivo ai vaccini anti COVID-19 e a contrastare il rischio di ritardi nell'attuazione delle campagne di vaccinazione in corso nell'Unione, tenendo anche conto delle incertezze emerse a seguito della recente manifestazione e diffusione di nuove varianti del virus.

    Fino alla predetta data del 30 settembre p.v., pertanto, rimangono soggetti ad autorizzazione preventiva di esportazione da parte dell'Autorità competente dello Stato membro di fabbricazione:

    - i vaccini contro i coronavirus legati alla SARS (specie SARS-CoV), attualmente classificati con il codice NC 3002 20 10, indipendentemente dal loro imballaggio;

    - le sostanze attive, comprese le banche di cellule madri e le banche di cellule di riproduzione utilizzate per la fabbricazione di tali vaccini, attualmente classificate ai codici NC ex 2933 99 80, ex 2934 99 90, ex 3002 90 90 ed ex 3504 00 90.

    In tema di classificazione dei menzionati prodotti anti COVID, si veda la nostra circolare n. 8 del 2021 (par. 1).

     

    È utile ricordare che, in considerazione dell'ulteriore aggravamento della penuria mondiale di vaccini anti COVID-19, con il Regolamento di esecuzione (UE) n. 2021/521, del 24 marzo 2021, la Commissione ha apportato talune modifiche al meccanismo autorizzativo in parola, prevedendone un significativo inasprimento.

    Ed invero, in base al combinato disposto dei citati Regolamenti n. 2021/442 e n. 2021/521, il rilascio dell'autorizzazione di esportazione risulta subordinato al rispetto di condizioni di trasparenza, reciprocità e proporzionalità più rigorose.

    In particolare, l'autorizzazione può essere rilasciata a condizione che l'esportazione dei prodotti in questione "non costituisca, in considerazione del volume o di qualsiasi altra circostanza pertinente, una minaccia per l'esecuzione degli APA [accordi preliminari di acquisto] conclusi dall'Unione con i fabbricanti di vaccini" (art. 2, par. 1, lett. a, Reg. 2021/521).

    Inoltre, l'esportazione non deve nemmeno costituire "una minaccia per la sicurezza degli approvvigionamenti all'interno dell'Unione" (art. 2, par. 1, lett. b, Reg. 2021/521). Per determinare se tale condizione è soddisfatta, l'Autorità competente dello Stato membro valuta i seguenti fattori:

    a) se il Paese di destinazione dell'esportazione limita le proprie esportazioni verso l'Unione delle merci contemplate dal citato Reg. n. 2021/442, o delle materie prime con cui tali merci sono fabbricate, per legge o con qualsiasi altro mezzo, compresa la conclusione di accordi contrattuali con i fabbricanti di tali merci;

    b) le condizioni vigenti nel Paese di destinazione dell'esportazione, compresa la situazione epidemiologica, il tasso di vaccinazione e la disponibilità delle merci contemplate dal Reg. n. 2021/442 (art. 2, par. 2, Reg. 2021/521).

     

    Il Reg. n. 2021/521 ha anche disposto la sospensione della previsione (art. 1, par. 9, Reg. n. 2021/442) che stabilisce significative limitazioni all'ambito di applicazione della disciplina in esame. Pertanto, non sono soggette all'obbligo di chiedere formale autorizzazione le esportazioni destinate a:

    - Andorra;

    - Isole Fær Øer;

    - San Marino;

    - Città del Vaticano;

    - i paesi e i territori d'oltremare elencati nell'allegato II del trattato sul funzionamento dell'Unione europea;

    - Büsingen;

    - Helgoland;

    - Livigno;

    - Ceuta e Melilla.

     

    Con il Regolamento di esecuzione (UE) n. 2021/734, del 5 maggio 2021, era stata stabilita l'estensione al 30 giugno 2021 del periodo di applicazione delle disposizioni del Reg. n. 2021/521, inizialmente limitato a 6 settimane, a decorrere dal 26 marzo 2021.

    Il Reg. n. 2021/734 ha, inoltre, disposto l'esclusione dall'obbligo di chiedere formale autorizzazione anche per le esportazioni destinate ai cc.dd. Paesi EFTA-SEE: Islanda, Liechtenstein e Norvegia.

     

    Nel ricordare che, per l'Italia, l'Autorità competente al rilascio dell'autorizzazione in parola è il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI: Direzione Generale per l'Unione Europea, Ufficio X, Accesso ai mercati esteri e difesa commerciale), si rinvia alle istruzioni procedurali fornite a beneficio degli operatori dalla predetta Direzione Generale, da ultimo aggiornate con la comunicazione del 26 marzo 2021.

    Ulteriori indicazioni applicative, volte a consentire la corretta gestione delle situazioni contemplate dai sopracitati Regolamenti dell'Unione, sono contenute nelle Determinazioni Direttoriali dell'Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) n. 34603 del 1° febbraio 2021, n. 109510 del 14 aprile 2021, n. 136360 del 6 maggio 2021 e n. 222563 del 30 giugno 2021, nonché nei comunicati TAR n. 2021-06 (prot. n. 34179 del 1° febbraio 2021), TAR n. 2021-014 (prot. n. 78973 del 15 marzo 2021), TAR n. 2021-016 (prot. n. 90281 del 25 marzo 2021), TAR n. 2021-029 (prot. n. 135707 del 6 maggio 2021) e TAR n. 2021-046 (prot. n. 231103 del 2 luglio 2021) emessi dall'Ufficio Tariffa e Classificazione della Direzione Dogane ADM.

    Per ulteriori approfondimenti, infine, è possibile consultare i chiarimenti pubblicati il 30 giugno 2021 dalla Commissione europea in forma di Frequently Asked Questions (FAQ).

  • Condividi:

Non sei associato?

Per le nostre Associate a disposizione notizie e archivi documentali sempre aggiornati.
Servizi e consulenze personalizzate pensati per rispondere ai diversi bisogni.

contattaci per associarti
tieniti aggiornato sui temi di tuo interesse

Accedi

Effettua il login per accedere alla tua area riservata e consultare il dettaglio dei documenti.