NEWS

A cura di:

  • 05/03/2020

    Assonime pubblica l'articolo che il Presidente Innocenzo Cipolletta ha scritto per il sito InPiù.

    Il referendum costituzionale potrebbe essere rinviato per il coronavirus

    Con il coronavirus ancora presente, è probabile che verrà rinviato il referendum confermativo sulla riduzione dei membri del Parlamento italiano, previsto per domenica 29 marzo. Presumibilmente verrà spostato in coincidenza delle prossime elezioni che si svolgeranno in alcune regioni a maggio. In genere un referendum confermativo non attira molta gente alle urne, ma se esso verrà portato in coincidenza con altre elezioni, è possibile che ci sia un aumento della partecipazione proprio in ragione della maggiore attrattività delle elezioni regionali. Su questo contano i sostenitori del Sì, timorosi di vedersi rifiutare il provvedimento, complice l'indifferenza della gente.

     

    Ma la decisione di ridurre i membri del Parlamento mantenendone inalterati compiti e modalità di funzionamento è una grande sciocchezza, voluta dal Movimento 5 Stelle a cui gli altri partiti non hanno saputo reagire per pavidità a fronte dell'ondata di populismo. Gli italiani hanno rifiutato di ridurre i parlamentari nel solo modo efficace, ossia attraverso l'abolizione del bicameralismo perfetto, con il referendum del 4 dicembre 2016. Credo che adesso debbano rifiutare di ridurli in maniera irrazionale, solo per far risparmi ridicoli, rischiando di rendere ancora più confusa la gestione del Parlamento. Quando ci sarà il referendum, voterò No alla domanda se approvare la decisione di ridurre i membri del Parlamento.

  • Condividi:

Non sei associato?

Per le nostre Associate a disposizione notizie e archivi documentali sempre aggiornati.
Servizi e consulenze personalizzate pensati per rispondere ai diversi bisogni.

contattaci per associarti
tieniti aggiornato sui temi di tuo interesse

Accedi

Effettua il login per accedere alla tua area riservata e consultare il dettaglio dei documenti.