NEWS

A cura di:

  • 30/01/2020

    Il Consiglio Direttivo di Assonime si è riunito questa mattina nella sede di Piazza Venezia sotto la presidenza di Innocenzo Cipolletta.


    Il Consiglio ha esaminato la Legge di Bilancio per il 2020, che nel complesso appare neutro nei confronti dell'economia. La decisione di continuare a rinviare in avanti ingenti ammontari di aumenti d'imposta nella forma di clausole di salvaguardia sull'IVA e le accise limita lo spazio delle future politiche economiche. L'azione per avviare la riduzione del rapporto tra il debito e il PIL appare insufficiente, alimentando l'incertezza tra gli operatori. E' invece necessario avviare una riduzione strutturale e continua del debito pubblico.


    Il Consiglio direttivo ha discusso gli interventi necessari per rilanciare la crescita (clicca qui per la presentazione), senza incidere sul disavanzo pubblico, in particolare nel fisco, le infrastrutture, la pubblica amministrazione e la trasformazione digitale. In materia fiscale, ha sottolineato la necessità di una rimodulazione del carico fiscale, aumentando l'IVA e le imposte sulle vendite per ridurre quelle sulle imprese e sul lavoro (si allega la nota sulle linee di intervento per un riordino del sistema fiscale a sostegno della crescita). Inoltre, un riordino dell'IRPEF non sembra possibile senza un radicale disboscamento delle tax expenditures, che invece ogni governo tende ad aumentare. Infine, una revisione dell'imposta sulle società richiede di riconoscere il cambiamento profondo dei modelli di business determinato dalla trasformazione digitale, la dematerializzazione degli asset e l'internazionalizzazione dei processi produttivi. In questo quadro, non si dovrebbe trascurare l'esame di modelli alternativi di imposizione basati sulla tassazione dei flussi di cassa.


    E'stato, infine, presentato il nuovo Codice di Autodisciplina delle società quotate in corso di approvazione da parte del Comitato per la Corporate Governance, di cui Assonime guida la Segreteria Tecnica. Il Consiglio Direttivo ha espresso apprezzamento per la nuova versione del Codice che semplifica e rafforza la formulazione delle raccomandazioni, introducendo elementi di flessibilità in funzione delle dimensioni dell'impresa e dei suoi assetti proprietari, al fine di favorirne l'accesso al mercato. Il Codice attribuisce, inoltre, al consiglio di amministrazione un nuovo ruolo nella promozione delle strategie di sostenibilità e del dialogo con il mercato e con gli stakeholder rilevanti.


    Sono stati cooptati tra i membri del Direttivo il Presidente di Unicredit Cesare Bisoni e il Presidente di TIM Salvatore Rossi, ed è stata deliberata l'ammissione tra le imprese associate di: Techedge S.p.A., Sol S.p.A., Mygo S.r.l., Giglio Group, Fineco Bank S.p.A., Nexi S.p.A., Nexi Payments S.p.A., Sonatrach Raffineria Italiana S.r.l.. 

  • Condividi:

Non sei associato?

Per le nostre Associate a disposizione notizie e archivi documentali sempre aggiornati.
Servizi e consulenze personalizzate pensati per rispondere ai diversi bisogni.

contattaci per associarti
tieniti aggiornato sui temi di tuo interesse

Accedi

Effettua il login per accedere alla tua area riservata e consultare il dettaglio dei documenti.