LA VOCE DEL DIRETTORE

A cura di:

  • 23/04/2021

    Assonime pubblica l'articolo che il Direttore Generale Stefano Micossi ha scritto per il sito InPiù.

    Via libera alla ratifica del Parlamento, ma restano i limiti al debito comune
    Dopo aver inizialmente accolto la richiesta di un gruppo di economisti tedeschi di bloccare la ratifica della decisione europea sulle risorse proprie, la Corte di Karlsruhe ci ha ripensato e ha rimosso l’ostacolo, consentendo al presidente Steinmeier di firmare la decisione già assunta dal Bundestag a larga maggioranza e aprendo la strada all’approvazione dell’intero pacchetto Next Generation EU. Il sospiro di sollievo è d’obbligo, anche se la decisione sul merito del caso è ancora aperta. Da quel che si intravede, tuttavia, anche in questo caso la Corte non mancherà di mettere dei paletti sulle decisioni future delle istituzioni europee.
     
    In particolare, i bersagli della Corte starebbero nel principio secondo cui il ricorso al debito per finanziare l’operazione deve restare una operazione una tantum non ripetibile; e in precisi limiti agli impieghi dei fondi raccolti con debito comune, che dovrebbero essere strettamente destinati ad affrontare “le conseguenze” (the aftermath) della pandemia, nelle quali ad esempio è dubbio che possano rientrare la transizione verde e la trasformazione digitale. Naturalmente, viene riaffermata la preoccupazione principale che i nuovi strumenti non creino vincoli o impegni a favore di altri paesi membri nei poteri di bilancio del Bundestag. Se pensavamo che Next Generation EU fosse un passo avanti verso una unione fiscale, la Corte di Karlsruhe ci ricorda che continuerà a opporsi.


  • Condividi:

Non sei associato?

Per le nostre Associate a disposizione notizie e archivi documentali sempre aggiornati.
Servizi e consulenze personalizzate pensati per rispondere ai diversi bisogni.

contattaci per associarti
tieniti aggiornato sui temi di tuo interesse

Accedi

Effettua il login per accedere alla tua area riservata e consultare il dettaglio dei documenti.